Blog

Il Boia di Parigi, le Storie Bonelli #1

Ho chiesto a un mio amico, che poi è lo stesso di cui ho già parlato riguardo al Cartoomics 2016, di prestarmi qualche fumetto della sua collezione. A quanto pare ha preso la cosa troppo sul serio e mi ha portato albi per un totale di circa 1500 pagine. Tra cui i primi cinque numeri della serie Le Storie di Bonelli. Il primo numero si intitola il Boia di Parigi.

Scritto da Paola Barbato, che si, è anche autrice della miniserie UT, il Boia di Parigi è, come tutte quelle di questa serie, una storia autoconclusiva. Che da un lato è un bene: infatti chiunque (anche chi soffre di deficit dell’attenzione) può seguirsi ogni episodio non avendo mai visto i precedenti e potendosene fregare dei successivi. Cento paginette circa in cui tutto inizia e finisce. D’altro canto far stare in così poco spazio una storia in grado di reggersi in piedi da sola non è impresa semplicissima.

In questo caso comunque l’impresa è andata a buon fine e la storia del meglio boia di Parigi, a cavallo tra il periodo immediatamente precedente e successivo alla rivoluzione francese non solo si regge in piedi ma risulta anche ben fatta e profonda. Una visione molto particolare della morte e di come la gente cambia idea sulle persone, persino quando queste persone sono loschi figuri che per mestiere danno la morte. Il punto è che alla fine per il gregge non conta tanto il fatto che il boia uccida, ma piuttosto chi uccide (e in qualche misura anche il come).

Insomma, merita davvero. Rimane un po’ di amaro in bocca per una mezza storia d’amore che, messa lì così, non dice molto, ma giustamente visto lo spazio e altre cose da dire è finita in secondo piano. Ora non mi resta che passare alle restanti 1400 pagine che L mi ha prestato…

Lawrence d'OrobiaIl Boia di Parigi, le Storie Bonelli #1

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.